Studentessi – Elio e le Storie Tese

Elio e le Storie Tese - Studentessi

Il “complessino” è tornato, il nuovo album è giunto e ora come ora l’unica cosa che abbia senso è ascoltarlo con la giusta attenzione, perchè non solo di gruppo demenziale trattasi; la visione intelligentemente sagace e ironico-nonsense che ha sempre caratterizzato la produzione di ELST sembra essersi assestata tra le traccie in maniera più organica, è un disco che li rappresenta, che fa ridere alla maniera delle Mother’s Invention di zappiana memoria, perchè è canzonatoria a 360 gradi, mette in ridicolo quanto di risaputamente ridicolo c’è e molto di più. Il solito esilarante corollario di personaggi fuori dalla portata di chiunque (dal dj Stefàno, all’architetto, al tipo del sud che fa fortune lavorando al nord in una discoteca, e pure Giulio Cesare, già visto in Cicciput), le collaborazioni impossibili (Baglioni, la Cortellesi, Irene Grandi, Giorgia, la Fracci, Antonella Ruggiero, Maurizio Crozza) e i testi esplosivi e riuscitissimi, arguti a volte, cazzari altre, da scoprire come una barzelletta che si comprende dopo qualche tempo. E poi Mangoni è l’unico vero rapper italiano, disturbatore, anarchico, scomodo e graffiante. Altro che mondomarcio… Provate a dare un ascolto ad Heavy Samba e farete fatica a non cadere dalla sedia per il troppo ridere, le ultime battute del brano poi sono da antologia della risata fragorosa, con una puntuale quanto realistica visione sul com’è che gira dalle parti della tv-kitsch nostrana.

La fortuna commerciale di Studentessi ho come l’impressione che prenderà quota velocemente per vari motivi; conduzione del Dopo-Festival (di Sanremo) affidata a loro, sicure varie apparizioni pubbliche tra concerti e programmi tv, e notorietà sempre più alle stelle i principali. Più tecnicamente, il disco è stato pubblicato in maniera del tutto autonoma, e la band si è slegata definitivamente da ogni contratto discografico, decidendo di apparire prima nelle edicole (da ieri) al prezzo imposto di 14,90 euro e poi nei negozi il 29 febbraio. Una serie di operazioni che dimostrano se non altro l’attenzione ad un mercato sempre in continua evoluzione, tra distribuzioni digitali libere e modalità di acquisto personalizzate. Elio ci stai dentro una cifra, bravo.😀

10 Risposte

  1. ehehehe il solito “sconclusionato”, boc ! 😉

  2. Per fortuna ogni tanto c’è qualcosa-qualcuno che ci fa ridere…

  3. Va ascoltata piú di una volta e ancora non mi ha convinto.

  4. insomma..quasi me lo compro.

  5. Grande Elio, qualcuna delle sue canzoni sarebbe più che azzeccata come colonna sonora del blog 😀

  6. Mi piace, abbastanza.

  7. @ros:😀 c’è anche un intervento di Meda, pensa un po’!…
    @melania: già, ma dovresti vedere la mia faccia al mattino presto :lol
    @lilla: elio è un po’ così, o lo si ama o lo si odia
    @lois: grandissima lois!🙂
    @23: tipo “cara ti amo” ?😀
    @xeena: bene, si😮

  8. Da farmi ascoltare al più presto ok basteuch?

  9. Bello, bello e ancora bello…
    Sinceramente mi son comprato il cd senza troppa convinzione, ed invece è stato subito amore…

  10. @giusbel: senz’altro. già ho intravisto alcuni “must” imperdibili (tipo “te lo vuoi segnare? non te lo dimenticare…”😉 )
    @aktarus: il bello dei loro album è che si fanno scoprire pian piano e ogni tanto qualche chicca salta fuori anche a distanza di tempo…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: